• CSRnative

GOAL 17. La guida Sodalitas - progetti di collaborazioni profit-nonprofit in Italia

Rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile, è questo lo scopo del goal 17 dell’agenda 2030 ONU. È l’ultimo obiettivo (solo a livello numerico) e rappresenta in un certo senso la summa dei precedenti. L’obiettivo 17 racchiude infatti un concetto di fondo: per raggiungere qualsiasi obiettivo è fondamentale “lavorare di squadra” e collaborare con tutti gli attori coinvolti.

Prima di approfondirlo nel dettaglio è opportuno chiedersi: a che punto siamo in Italia? Dagli ultimi dati pubblicati da ASviS (come si può vedere nel grafico sotto) il nostro Paese si trova ancora indietro per rapporto tra aiuti internazionali e PIL richiesto per gli aiuti per lo sviluppo: siamo passati dallo 0,22% del 2015 allo 0,24% del 2019, un dato ancora molto lontano dall’obiettivo internazionale (0,7%) [1].


L’obiettivo 17 è articolato in 19 differenti target, suddivisi a loro volta in 5 aree di intervento: finanza, tecnologia, costruzione di competenze e capacità, commercio e questioni sistemiche.

Fra questi spiccano in particolare temi quali “aiutare i Paesi in via di sviluppo a raggiungere la sostenibilità del debito a lungo termine” (17.4), “promuovere lo sviluppo, il trasferimento, la disseminazione e la diffusione di tecnologie ecocompatibili ai paesi in via di sviluppo” (17.7), “cooperazione nord-sud, sud-sud e triangolare”(17.9), “promuovere un sistema commerciale multilaterale universale, basato su regole, aperto, non discriminatorio ed equo” (17.10) e “migliorare il partenariato globale per lo sviluppo sostenibile, integrato da partenariati multilaterali che mobilitino e condividano le conoscenze, le competenze, le tecnologie e le risorse finanziarie, per sostenere il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile in tutti i paesi, in particolare i paesi in via di sviluppo” (17.16) [2].

Uno degli strumenti volti a promuovere le collaborazioni per il raggiungimento di quest’ultimo target dell’obiettivo 17 dell’agenda 20130 è: Guida alla Partnership - Profit e Nonprofit insieme per lo sviluppo di progetti di Cooperazione Internazionale, documento redatto da Fondazione Sodalitas, organizzazione di riferimento in Italia per la Sostenibilità e la Responsabilità Sociale d’Impresa.

La guida affronta gli aspetti relativi ai progetti di cooperazione internazionale e alle partnership. Inoltre approfondisce anche percorsi di ideazione e realizzazione dei progetti, modalità di gestione dei progetti di partnership e forme di finanziamento.

Per creare valore condiviso è sempre più necessario promuovere forme di collaborazione tra soggetti diversi. Questi ultimi, per essere coinvolti, innanzitutto devono avere consapevolezza del contesto in cui si opera oltre che degli obiettivi da raggiungere.

Come si legge nella premessa del documento, la guida Sodalitas si pone proprio in questo senso: “crediamo che questa Guida alle Partnership possa contribuire anche ad un importante cambiamento culturale. Le Profit-Nonprofit partnership possono moltiplicarsi se entrambi i partner sono davvero consapevoli che sviluppare una collaborazione basata su trasparenza e fiducia reciproca genera valore per ognuno di loro, e apre nuove possibilità che altrimenti rimarrebbero inaccessibili”. [3]

Di Vincenzo Baccari Fonti

[1] https://asvis.it/goal17/home/310-8056/litalia-e-il-goal-17-male-laps-e-meno-importazioni-da-paesi-in-via-di-sviluppo

[2] https://asvis.it/goal-e-target-obiettivi-e-traguardi-per-il-2030/

[3] https://www.sodalitas.it/conoscere/ricerche/fondazione-sodalitas-presenta-la-guida-alle-partnership-imprese-ong-nei-paesi-in-via-di-sviluppo