VALORI

EVENTI

l'appuntamento annuale organizzato dal network e aperto a tutti

6 maggio 2019 - Università IULM 

Ogni anno si sprecano 1,3 miliardi di tonnellate di cibo, pari a 1/3 della produzione totale destinata al consumo umano. Il problema c’è e per fortuna se ne sente parlare sempre di più, ma continua a non esserci molta informazione.
Per questo abbiamo deciso di organizzare il nostro evento annuale durante la Milano Food Week 2019 e affrontarlo insieme ad alcune organizzazioni che hanno progettato strategie per impegnarsi nella riduzione degli sprechi.


Ospitati da Università IULM, l’appuntamento è iniziato con il panel “Dal problema alle soluzioni”: grazie alle testimonianze di Chiara Pirovano di Milano Food Policy, Alessia Bonifazi di LIDL Italia, Viviana Marino di Just Eat e Eugenio Sapora di Too Good To Go. Le CSRnatives Maria Ardizzone e Maria Chiara Tura hanno chiesto ai relatori come e perché impegnarsi nella lotta allo spreco così abbiamo appreso con interesse nascita e sviluppo di alcuni tra i più importanti progetti nell’ambito: “Oltre il carrello” di LIDL, “Ristorante solidale” di Just Eat, l’app Too Good To Go e le numerose iniziative di Milano Food Policy per cui la lotta allo spreco è un vero e proprio approccio strategico. 


Dopo aver ascoltato, ci siamo attivati con “Non giriamoci intorno”, il gioco dell’oca sullo spreco alimentare inventato da noi. 4 squadre (fragola, mela, limone, pera) 1 dado di carta riciclata e una presentatrice: Livia Papi, membro del network. Tra domande, vero o falso e curiosità abbiamo appreso notizie e informazioni sul mondo dell’alimentazione, divertendoci. 
L’evento si è concluso con una premiazione all’insegna della sostenibilità: borracce in alluminio riciclato per la squadra dei limoni!

 

 
 

31 maggio 2018

ore 9.30


Sala lauree - Scienze politiche, economiche e sociali
Università degli Studi di Milano

Via Conservatorio, 7

Il nostro network quest’anno compie tre anni e abbiamo voluto festeggiarlo con l’evento What a job! La sostenibilità è un lavoro: un’intera giornata all’insegna della sostenibilità tra collaborazione scambio e progettualità.


Federico Boni, professore ordinario dell’Università di Milano e Rossella Sobrero, docente dell’ateneo e presidente di Koinètica, introducono la giornata ripercorrendo brevemente l’evoluzione della cultura della CSR e la nascita della nostra rete.  


Dopo tre anni, la nostra rete è viva e attiva e la voglia di trasformare la passione (anche) in lavoro non si è fermata. Da quest’idea è nato il primo panel della giornata “Professione sostenibilità”, format mutuato dall’edizione del 2017 de Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale.


Due di noi, Maria Ardizzone e Francesco Toffoletto, hanno fatto domande a raffica a tre CSR manager: Roberta Culella di Nexive, Gianluca Randazzo di Banca Mediolanum e Luca Pereno di Leroy Merlin. La curiosità però è contagiosa e sono stati tanti i ragazzi tra il pubblico a intervenire con altre domande. Più utile una laurea scientifica o umanistica? Qual è la giornata tipo del CSR manager? Con chi è più facile dialogare in azienda? 
Abbiamo ascoltato tanti punti di vista, di persone con percorsi anche diversi ma quello che è evidente è che lavorare nella CSR significa essere davvero appassionati: la sostenibilità si coltiva prima di tutto nel quotidiano! 


Chiuso il primo momento, abbiamo presentato la “Mappa della sostenibilità”, il nostro ambizioso progetto per segnalare le aziende italiane che adottano strumenti di responsabilità nella loro strategia aziendale. Con gli stessi strumenti abbiamo giocato “Alla conquista della sostenibilità” un quiz a squadre da cui abbiamo imparato nuove parole e definizioni. 


I nostri tre ambassador, Concetta Cardamone, Vincenzo Baccari e Alvise Gasparotto, hanno condotto la conferenza nazionale. Dopo una breve presentazione delle attività del network, abbiamo ascoltato le testimonianze dei CSRnatives più “senior”. Giovanni Francesco Martoccia e Maria Ardizzone hanno raccontato la loro esperienza lavorativa e non nel mondo della sostenibilità: un momento di ispirazione per tutti. 
Passato, presente, ma anche futuro. Qui sono emersi i nuovi progetti per i prossimi mesi: il nuovo ebook sulla finanza sostenibile, i workshop generativi in azienda, il nuovo servizio di mentoring da parte dei CSRnatives senior e i momenti di formazione…


Carichi di entusiasmo per la mattinata, abbiamo concluso la giornata seguendo una lectio aperta tenuta da Rossella Sobrero, Lucia Musselli e Susanna Revoltella che ci hanno raccontato la sostenibilità dai punti di vista della comunicazione e del diritto. 


È stata un’intensa e ricca giornata e speriamo di ripeterla presto! 

Mostra altro

L’evento, organizzato con la collaborazione di ALTIS (Alta Scuola Impresa e Società dell’Università Cattolica) e aperto al pubblico, è stato un momento di confronto tra i giovani ma anche di scambio con le imprese che credono nella CSR e hanno fatto della sostenibilità una scelta strategica.
Sono stati tre i momenti importanti dell'incontro: CSRSENIOR vs CSRYOUNG, CSR MANAGER TO BE, CSR WHO?.
Nello spazio CSRSENIOR vs CSRYOUNG i rappresentanti di alcune imprese che sostengono il network (Marjorie Breyton, Unipol - Roberto Grossi, Etica Sgr - Gino Schiona, CiAl) hanno commentato alcune campagne internazionali sulla sostenibilità con i CSRnatives Domenico Iermito e Giovanni Martoccia.
Durante CSR MANAGER TO BE alcuni CSR manager hanno raccontano le loro esperienze e si sono confrontati sulle caratteristiche che dovrebbe avere il CSR manager del futuro. Sono intervenuti: Roberta Culella di Nexive, Manuela Macchi, Marina Migliorato di Enel e Sebastiano Renna di SEA insieme ai CSR natives Francesca Conte, Margherita Leder, Chiara Ricci, Ylenia Esther Yashar.
Successivamente i partecipanti hanno giocato ad un quiz sulla sostenibilità e sono stati premiati i cinque più veloci e bravi. 
La giornata si è conclusa con la premiazione dei 5 vincitori del contest #VIVILATUACSR organizzato nei giorni precedenti su Instagram.

 

Il primo evento pubblico organizzato dai CSRnatives, progettato e gestito dagli studenti, con l'obiettivo di far capire le potenzialità della CSR per lo sviluppo delle organizzazioni grazie alla creazione di valore condiviso.
Una CSRnatives story, un racconto fatto di hashtag, una storia lunga un anno raccontata dai CSRnatives, Play the game!, due squadre, una sfida, un cruciverba, due gruppi di suggeritori, un pubblico coinvolto, una premiazione, un gioco tutto sostenibile per scoprire le parole della CSR. Spazio anche alle aziende che sostengono il network con Keep calm and believe in CSR: Marjorie Breyton, Responsabile Area CSR Gruppo Unipol; Luca Pereno, Coordinatore Sviluppo Sostenibile Leroy Merlin Italia; Maria Cristina Ferradini, Consigliere Delegato di Fondazione Vodafone Italia (intervento video); Roberto Grossi, Responsabile Marketing e Comunicazione Etica Sgr (intervento video).
Per chiudere, la premiazione dei vincitori del Walk the talk sustainability contest, il concorso nato per raccogliere proposte di walk the talk sulla sostenibilità.