• CSRnative

Twin Transformation: quando il cambiamento è digitale e sostenibile

Chi punta su sostenibilità e digitalizzazione ha performance migliori. Questa è la principale evidenza dello studio The European Double Up di Accenture. Secondo la ricerca, lo scenario post Covid-19 non potrà prescindere da una trasformazione guidata dagli elementi di sostenibilità e digitalizzazione. Un cambiamento che già prima del 2020 generava consenso tra molti e che ad oggi è inevitabile e necessario.

Lo studio mostra come le aziende che perseguono questa duplice trasformazione, i cosiddetti Twin Transformer, avranno 2.5 possibilità in più di essere tra i business più performanti, nonché i più resilienti. Chi sono quindi i Twin Transformer? Secondo Accenture sono aziende con le seguenti caratteristiche:

  • 1. Favoriscono business-model basati su ecosistemi guidati dalla sostenibilità e resi accessibili dalla tecnologia;

  • 2. Uniscono le risorse per adattare applicazioni tecnologiche a pratiche sostenibili;

  • 3. Combinano KPIs finanziari e non finanziari;

  • 4. Implementano cicli di vita del prodotto sostenibili e tracciabili insieme ai propri partner;

  • 5. Coltivano e guidano il talento per sostenere la Twin Transformation.


Gli obiettivi a breve termine dei Twin Transformer vedono al primo posto gli investimenti in tecnologia (Artificial Intelligence e Machine Learning), seguiti dall’adozione di nuove misure per un business più sostenibile e dalla formazione digitale per i propri dipendenti. Ma seguendo questi criteri, solo un terzo delle aziende europee si trova nella posizione di poter crescere in maniera redditizia. [1]


La necessità di questa duplice trasformazione è evidente se si pensa che le soluzioni digitali sono fondamentali abilitatori dello sviluppo sostenibile: il raggiungimento dei Sustainable Development Goals, senza le tecnologie adeguate, non potrebbe ambire alla decarbonizzazione delle industrie, a modelli di economia circolare o all’efficienza energetica. [2]

Eppure digitale non significa automaticamente sostenibile: le stesse trasformazioni digitali hanno dato luce a modelli di crescita ad alta intensità e a notevoli impatti sull’ambiente, pur meno visibili rispetto all’industria (il mondo ICT produce il 4% dei gas serra), così come a disuguaglianze sociali legate alla governance. [3]


Una digitalizzazione non orientata potrebbe quindi non favorire un corretto uso delle risorse e quindi uno sviluppo sostenibile. Per poter implementare una vera Twin Transformation, occorrerà quindi avere un obiettivo condiviso e comune, per indirizzare tecnologie e nuove soluzioni verso la sostenibilità.


Emma Trevisan


Fonti:

[1] https://www.accenture.com/_acnmedia/PDF-144/Accenture-The-European-Double-Up.pdf#zoom=50

[2] https://www.agendadigitale.eu/cultura-digitale/una-nuova-politica-per-il-digitale-sostenibile-che-ce-da-fare/

[3] https://www.euractiv.com/section/future-eu/interview/von-der-leyen-we-now-need-to-build-resilient-green-digital-europe/

Immagine di copertina: freepik.com