top of page
  • CSRnative

Rispondere alla crisi climatica: il ruolo di formazione e comunicazione

Intervista a Eleonora Peroni, Sales Manager Up2You


Up2You nasce dall’amicizia di tre ingegneri aerospaziali, Andrea Zuanetti, Alessandro Broglia e Lorenzo Vendemini che, tra studi di mercato e modelli di business, si accorgono di un’opportunità da sviluppare su tutto il territorio italiano: fare impresa preservando il prezioso equilibrio con il benessere del nostro pianeta. L’azienda si pone l’obiettivo di incentivare azioni sostenibili, offrendo e supportando modelli di business dal reale impatto positivo sull’ambiente.


Quando e come nasce Up2You?


Up2You nasce a gennaio del 2020, dal mondo del turismo: con l’arrivo della pandemia da Covid-19 e per incontrare le esigenze di mercato, i tre fondatori decidono di porre un focus sulla sostenibilità ambientale ampliando l’orientamento a più settori, non solo quello turistico.


Qual è la mission aziendale?


Ridurre la distanza tra l’ambizioso obiettivo di “salvare il mondo” e la quotidianità delle aziende, nate con obiettivi diversi rispetto alla salvaguardia dell’ambiente. Lo scopo principale è dunque avvicinare la tematica a qualsiasi tipo di organizzazione.

Team Up2You - credit: Up2You

In che modo Up2You supporta le aziende in percorsi di contrasto al cambiamento climatico?


Up2You viene definita una Climate Tech dove il tema dell’ambiente è abbinato all’utilizzo della tecnologia. Per esempio, la piattaforma Neutral Company consente alle aziende di calcolare il proprio impatto ambientale in termini di emissioni e pianificare delle azioni per contrastare danni in tal senso. Il metodo sviluppato alla base del percorso è la Climate Formula e si articola in tre passaggi fondamentali: analizzare, pianificare e migliorare.


Qualora sussistano condizioni per cui non è possibile ridurre le emissioni ambientali – come accade per gli spostamenti in aereo necessari – Up2You propone delle attività per compensare l’impronta ecologica come supportare progetti che contro-bilanciano l’impatto sull’ambiente (tutela ambientale, tecnologia, riforestazione ecc.).

È importante sottolineare che sia le metodologie che i progetti sono riconosciuti e certificati da standard di rilievo internazionale. Inoltre, si utilizza la blockchain per tracciare, tramite gli NFT, la CO2 assegnata ai clienti, in modo da rendere concreto, affidabile e tracciabile l’impegno ambientale assunto dalle aziende.


Quali altre linee di progetto proponete per amplificare gli sforzi legati alla riduzione dell’impatto ambientale?


Un ruolo strategico viene svolto dalle altre azioni di cui Up2You si fa promotore, tra cui comunicazione, certificazione e formazione. In particolare emergono i prodotti Neutral Event, che consente alle aziende di rendere carbon neutral i propri eventi, e PlaNet, la piattaforma di green engagement aziendale, in cui i dipendenti vengono sensibilizzati e formati sui temi della sostenibilità attraverso la gamification.


In che cosa consiste la comunicazione?


Up2You dedica molto spazio all’attività di comunicazione perché ne riconosce il vantaggio competitivo: se da un lato è bene assicurare una comunicazione trasparente e d’impatto senza incorrere nel rischio di greenwashing, dall’altro lato è fondamentale non commettere l’errore opposto, ovvero non comunicare (e perdere i benefici che la comunicazione porta con sé) per paura di essere imprecisi o di ricevere accuse dai clienti.


La comunicazione promossa da Up2You è sia interna che esterna e integra molto bene la componente di formazione. La piattaforma PlaNet, ne è un esempio, perché coinvolge i dipendenti delle aziende e consente di ingaggiarli tramite gamification. Si incentivano comportamenti di vita quotidiana sostenibili, sotto forma di missioni da compiere per ottenere dei premi e, allo stesso tempo, si raccontano internamente le iniziative che l’azienda ha deciso di implementare in campo di tutela ambientale. Dati alla mano, si tratta di uno strumento vincente in quanto il tasso di successo è molto alto: nelle aziende di medie dimensioni (con qualche centinaio di dipendenti) oltre il 90% dei dipendenti si sente coinvolto e nelle aziende più grandi (oltre i 1000 dipendenti) la percentuale è sopra il 70%.


Durante attività - Credit: Up2You

Oltre al coinvolgimento delle persone e all’attività di carbon accounting, in che cosa si ritiene innovativa Up2You sul fronte del contrasto al cambiamento climatico?


Il tema eventi è sicuramente un punto di forza. Up2You propone alle aziende di calcolarne l’impatto ambientale, poi si evidenziano i punti di miglioramento e vengono forniti degli spunti per realizzare eventi più sostenibili e dall’impronta carbonica più leggera. Qualora l’orizzonte temporale sia stretto – ad esempio, un evento che si svolge entro poche settimane – Up2You propone dei progetti di compensazione che l’azienda di riferimento può decidere di supportare, coinvolgendo anche i partecipanti dell’evento. 25 Il clima cambia: soluzioni innovative per affrontare la crisi climatica Durante le attività Up2You Credit: Up2You


Quale traiettoria si è data Up2You per i prossimi anni?


Al momento la realtà non punta all’internazionalizzazione – anche se ci sono dei clienti non italiani. L’obiettivo è rafforzare la presenza sul territorio nazionale, crescere e diventare leader del mercato. Inoltre, l’ambizione di Up2You è rafforzare la struttura interna, continuando ad investire nella formazione delle proprie persone.



Intervista tratta dall'eBook "Il Clima cambia: soluzioni innovative per affrontare la crisi climatica", per leggere tutte le altre esperienze raccolte nell'eBook clicca qui.

Comments


bottom of page