• CSRnative

Laura Zunica: il valore delle sinergie inclusive

Solare, grintosa, entusiasta. È così che Laura Zunica si presenta agli occhi dei CSRNatives, meglio conosciuta su Instagram come LauLowImpact. Laura è una giovane professionista che ha fatto della sostenibilità la sua attività a tempo pieno, fortemente convinta che questa scelta abbia migliorato la qualità della sua vita. Dopo una carriera accademica in giurisprudenza, ha dedicato i primi anni della sua attività lavorativa all’ambito giuridico, specializzandosi con un master in scienze forensi e criminologia ed uno in mediazione penale minorile.

Nel 2016, si avvicina fortuitamente alla tematica della sostenibilità nel senso più ampio, desiderosa di approfondire l’impatto che l’inquinamento ha sulla salute umana. Caparbietà e senso di responsabilità l’hanno portata a voler rimodulare il proprio stile di vita, pur umilmente consapevole di non poter cambiare il mondo da sola!

Nasce in lei la voglia di diffondere uno stile di vita sostenibile alle persone di cui si circonda, capendo sin da subito che la strada giusta per guidarle verso un cambiamento non imporre ma suscitare in loro la curiosità e il senso critico tramite la diffusione di notizie dal mondo reale.


È il 2018 l’anno che vede la nascita del blog, Progetto Impatto Zero. Il progetto del blog PI0 (Progetto Impatto Zero) è il canale attraverso cui Laura approfondisce e promulga tematiche legate alla salvaguardia del pianeta e a modificare le abitudini con l’intento di ridurre l’impatto personale. Con un pensiero quasi eracliteo, Laura non crede sia possibile non lasciare del tutto tracce nel presente. Progetto Impatto Zero, infatti, rappresenta per lei un concetto a tendere, un punto di arrivo che bisognerebbe idealmente raggiungere, migliorando ogni giorno il proprio impatto.

Grazie all’effetto rete e al continuo scambio di contenuti, Laura riesce a creare una fitta e virtuosa rete di amicizie con cui condivide la passione per le tematiche della sostenibilità. Partita dall'organizzazione di swap party e svariate attività informali, la rete diventa sempre più ampia, fin quando non si decide di darle un’identità, per portare pratiche virtuose della sostenibilità al di fuori di una ristretta cerchia e diffonderle in maniera inclusiva. È dall’idea di sette donne che, nel 2019, nasce TerraLab, associazione Onlus che si pone l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini di Milano sui consumi responsabili e sugli impatti degli stili di vita cittadini sull’universo mondo, dall’ecosistema marino al suolo. L’associazione ha un gran successo sin da subito, crescendo grazie alla raccolta di preziosi feedback e i tanti partecipanti pronti a collaborare.


Il 2020 vede anche il lancio della campagna 30x30 Italia per proteggere il 30% dei mari entro il 2030 organizzata da Worldrise, una ONLUS ideata da giovani professionisti che sviluppa progetti di conservazione e valorizzazione dell’ambiente marino attraverso un percorso incentrato sulla sensibilizzazione, la creatività e l’educazione. È proprio nel 2020 che Laura decide di dedicare tutta se stessa a queste attività, rendendole la sua professione a tempo pieno. Le tre realtà (Progetto Impatto Zero, TerraLab e Worldrise) per quanto apparentemente slegate tra di loro, sviluppano forti sinergie con un approccio partecipativo grazie all’intreccio di storie, idee e progettualità.

I social network giocano un ruolo chiave fungendo da megafono per costruire e ampliare la community, tessendo una rete di contatti con altre giovani influencer tramite iniziative di take-over. Laura ci mette la faccia ogni giorno, preparando personalmente contenuti che padroneggia, senza la pretesa di trattare argomenti che non conosce approfonditamente, e lo fa con grande coerenza ed umiltà, coinvolgendo professionisti su ambiti specifici o attraverso fonti accreditate per i temi più tecnici.

Ma il mondo è davvero cambiato? Secondo Laura, il rischio dell’interfacciarsi con una community matura e consapevole è del rimanerne ovattati, cadendo nell’illusione che la sostenibilità sia ormai un concetto robusto e radicato. In quest’ottica, la sua consapevolezza aumenta, ma la mission è far crescere la rete e instaurare un rapporto paritario e amicale, avvicinare i più curiosi per sensibilizzarli, coinvolgerli ed ispirarli a praticare la sostenibilità nel quotidiano, facendoli sentire parte del cambiamento.

Progetti futuri? Non ci resta che seguire il suo network super sinergico per scoprirlo!


Di Margherita Stea


Volete conoscere meglio Laura? Seguitela sulla sua pagina Instagram e non perdete la diretta IG sul nostro canale IG @csrnatives mercoledì 7 aprile alle 18!

Vi aspettiamo!



Post recenti

Mostra tutti