• CSRnative

Un “concerto europeo” per il Green New Deal



La lotta contro il cambiamento climatico è «la sfida che definirà la nostra generazione, un obbligo politico e morale» così la neoeletta Presidente della Commissione von der Leyen annunciando il Green New Deal. Il programma di investimenti green finanziati dalla European Investment Bank (Banca Europea degli Investimenti) avrà ad oggetto fondi green di ampio raggio visto che toccherà le 3 dimensioni puramente ESG, ovvero ambientali, sociali e di governance. Dunque, tra i punti programmatici della nuova Commissione Europea elencati da Ursula von der Leyen vi era anche la Sostenibilità.

Tuttavia, l’esperienza insegna che i programmi economici di questo tipo hanno successo se mantenuti nel tempo. Quantomeno pensando a come è nato il New Deal negli Stati Uniti: grazie alla lungimiranza del presidente americano Franklin Delano Roosevelt, il quale all’inizio del suo secondo mandato volle stipulare un patto con i cittadini americani per uscire dalla Grande Depressione che aveva afflitto gli USA nel primo Dopoguerra. Ebbene il New Deal ebbe successo perché grazie alla rielezione di FDR per altri due mandati il piano ebbe una durata decennale che ne garantì l’efficacia. Proprio su questo tema il Green New Deal europeo, e quello italiano, sembrerebbero vacillare. I simpatizzanti del Piano lo vedono in grande slancio per i prossimi 5 anni di mandato della Commissione Europea, a complemento delle azioni della Banca Europea degli Investimenti. I detrattori ritengono invece che il Piano verrà costantemente bloccato dalla politica interna degli stati membri e da quei leader che sin da ora si fanno acerrimi nemici del Green New Deal.

In sintesi, perché il Green New Deal abbia gli effetti sperati, tutti gli stakeholder necessitano di garanzie sulla lungimiranza e sulla continuità del progetto. Tuttavia, è difficile pensare che Ursula von der Leyen rinuncerà ad attuare il piano secondo la prospettiva di medio-lungo periodo ed è ancora più improbabile che, vista la grande mobilitazione sociale ed istituzionale contro i cambiamenti climatici, i detrattori riescano a bloccare il Piano. Non resta che attendere fiduciosi i prossimi sviluppi.


di Manfredi Morello


Fonti

Climate Action European Investment Bank www.eib.org/en/projects/priorities/climate-and-environment/climate-action/index.htm

Commissione Europea ec.europa.eu/info/business-economy-euro/banking-and-finance/sustainable-finance_it

Dichiarazione d’interessi Ursula von der Leyen ec.europa.eu/commission/interim_it#dichiarazione-di-interessi

EIB Climate Strategy Mobilising finance for the transition to a low-carbon and climate-resilient economy www.eib.org/attachments/strategies/eib_climate_strategy_en.pdf

Fondazione Finanza Etica Il green New Deal parte dall’Europa e dalla finanza etica finanzaetica.info/il-green-new-deal-parte-dalleuropa-e-dalla-finanza-etica/

Jason Scott Smith “The New Deal Order” Enterprise & Society Vol. 9, No. 3 (SEPTEMBER 2008), pp. 521-534. JSTOR www.jstor.org/stable/23701170?read-now=1&refreqid=excelsior%3Aba71e0e863c38fb14719bd515205e36f&socuuid=84c62082-6d0b-4dcf-a770-a83a624a2562&socplat=twitter#page_scan_tab_contents

Library of Congress USA

www.loc.gov/teachers/classroommaterials/presentationsandactivities/presentations/timeline/depwwii/newdeal/

www.loc.gov/rr/program/bib/newdeal/

The Economist The world is still struggling to implement meaningful climate policy The private sector is trying to come up with its own ideas www.economist.com/international/2019/09/26/the-world-is-still-struggling-to-implement-meaningful-climate-policy

Von der Leyen’s green new deal isn’t just a plan for the environment bruegel.org/2019/07/von-der-leyens-green-deal-isnt-just-a-plan-for-the-environment/

Immagine: www.europarl.europa.eu/news/en/press-room/20190711IPR56823/ursula-von-der-leyen-presents-her-vision-to-meps