• CSRnative

Doppia materialità: cos’è e come funziona

Il concetto di doppia materialità è stato introdotto per la prima volta dalla Commissione Europea nel documento Linee guida sul reporting non finanziario (1) del 2019. Lo stesso concetto è stato inserito anche nella nuova proposta di Corporate Sustainability Reporting Directive (2) dell’EFRAG (European Financial Reporting Advisory Group).


Ma esattamente, di cosa si tratta?

Secondo questa nuova prospettiva le questioni ESG (Environmental, Social and Corporate Governance) creano rischi e opportunità che sono materiali da un doppio punto di vista: quello finanziario e quello di impatto. Come cita la Direttiva (3): «le aziende devono rendicontare su come i problemi di sostenibilità influenzano sulla loro attività e come impattano, dall’altra parte, anche sulle persone e sull’ambiente».


Cosa significa in pratica?

Prendiamo ad esempio un problema come l'inquinamento atmosferico e le emissioni che possono derivare dall’attività di una azienda. Mettiamo il caso che il sito produttivo dell’azienda per produrre i propri prodotti utilizzi combustibili fossili come petrolio o carbonio.


1) Dal punto di vista della materialità questo indicatore reca un danno, un effetto negativo, allo sviluppo sostenibile dell'organizzazione. Gli stakeholder minacciati sono la società civile, le comunità locali, le istituzioni pubbliche ma anche gli investitori, ad esempio quelli che devono tener conto degli impatti sulla sostenibilità dei loro portafogli di investimento a seguito del Regolamento UE sull'informativa di sostenibilità dei servizi finanziari (4)


2) Dal punto di vista finanziario le emissioni possono avere un impatto economico diretto sul rendiconto dell'utile o della perdita per spese di riparazione relative, ad esempio, alla violazione delle normative sull'inquinamento atmosferico. Gli investitori e i fornitori di capitale sono in genere le parti interessate, ma anche i dipendenti e la società hanno interesse a conoscere gli impatti che possono influenzare la salute finanziaria dell’organizzazione.



Source: European Accounting Association; Proposal for a Corporate Sustainability Reporting Directive


Grazie a questo esempio è facile vedere come i due punti di vista siano correlati: un investitore può decidere di non finanziare un'azienda in base al volume di emissioni che può inserire nel proprio portafogli. La doppia materialità ha quindi un impatto diretto sulla capacità delle aziende di attrarre capitale o il costo che deve sostenere per accedere al capitale.


Di Luca Goerg


Fonti [1] https://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/TXT/PDF/?uri=CELEX:52017XC0705(01)&from=EN

[2] https://www.efrag.org/Assets/Download?assetUrl=%2Fsites%2Fwebpublishing%2FSiteAssets%2FEFRAG%2520PTF-NFRS_MAIN_REPORT.pdf&AspxAutoDetectCookieSupport=1

[3] https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/en/qanda_21_1806

[4] https://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/TXT/?uri=celex%3A32019R2088