• CSRnative

Ben-essere in lockdown: il progetto Prossemica del Riccio

Come l’educazione può agire in emergenza


«In public mental health terms, the main psychological impact to date [of Coronavirus pandemic and quarantine measures, n.d.r] is elevated rates of stress or anxiety. […] levels of loneliness, depression, harmful alcohol and drug use, and self-harm or suicidal behaviour are also expected to rise». È l’OMS a porre fin dal principio l’accento sulla salute mentale dei cittadini, asserendo che il timore per l’incolumità fisica così come le restrittive misure di lockdown possono effettivamente causare ansia, stress, depressione fino all’innescarsi di pensieri suicidari.

La situazione italiana

Il nostro Paese, il primo in Europa colpito gravemente dalla pandemia e ad aver predisposto la “Zona Rossa” su tutto il territorio nazionale, deve ora fare i conti con gli effetti che la pandemia porta con sé, riferibili non unicamente alla sfera economica e del lavoro, quanto unitariamente a quella della salute dei cittadini e del tessuto sociale in senso più ampio.

Uno studio condotto in Italia e pubblicato sulla rivista medRxiv: “COVID-19 pandemic and lockdown measures impact on mental health among the general population in Italy. An N=18147 web-based survey”, ha posto all’attenzione pubblica la gravosità degli impatti della pandemia e delle misure di lockdown sulla popolazione italiana a distanza di tre o quattro settimane dal presentarsi del virus sul territorio nazionale. Anche in questo caso si è evidenziato che disturbi quali ansia, sintomi da stress post-traumatico (PTSS), depressione, insonnia e sintomi da disturbo di adattamento (ADS) risultino essere tra i principali effetti riferibili alla vita psichica dei cittadini.

In questo frangente, diversi professionisti della salute hanno cercato di offrire sostegno e dare una risposta a quei bisogni di conservazione e benessere sempre più emergenti nella popolazione di ogni fascia d’età.

Il caso di Prossemica del Riccio

Un esempio virtuoso in questo senso è rappresentato dall’esperienza del team di Prossemica del Riccio, un progetto educativo avviato nel mese di aprile 2020 da cinque Educatori Professionali della provincia di Varese con lo scopo di offrire supporto e sostegno nel periodo di emergenza mediante servizi digitali a valenza educativo-pedagogica.

Grazie alla creazione di una piattaforma online, www.prossemicadelriccio.it, gli ideatori intendono garantire prestazioni professionali e gratuite volte a offrire spazi di ascolto per coloro che avvertano difficoltà nella “nuova quotidianità”, opportunità di sostegno ai genitori, proposte per coltivare il tempo che, causa quarantena, è apparso privo di senso, sfuggente, incompiuto.

Alcune parole della co-founder…

«L’idea nasce per affermare un concetto importante: occorre prendersi cura delle persone, delle relazioni, della vita interiore» afferma Giorgia Magnoni, co-founder del progetto, «in questi mesi abbiamo tutti vissuto una straordinaria quotidianità, fatta di timori per il presente e per il futuro, di tempo sospeso, di mutamento delle priorità, di accantonamento delle abitudini che ci caratterizzano. Questo lascia spazio a stati di malessere di cui è importante prendersi cura».

Continua Davide Taverna: «In quanto professionisti della relazione vogliamo fare la nostra parte, vorremmo consentire alle persone di trovare aiuto in forma libera e gratuita, a volte tramite un colloquio educativo, altre volte seguendo le proposte del nostro Blog interattivo, che non hanno lo scopo di occupare il tempo, ma di coltivarlo, dando spazio alle passioni e agli interessi di tutti i giorni di modo che possano animare anche la nostra vita in quarantena, come il cinema o la lettura o la fotografia. Abbiamo anche una proposta per i bambini, una storia da colorare che intende aiutare i più piccoli a comprendere la situazione di emergenza e dona messaggi confortanti per superarla».

Tra i servizi che il progetto propone, il più seguito è quello della Newsletter serale, che non ha connotazione di marketing quanto più di “dialogo a distanza” con i lettori. La Newsletter si pone infatti come “Pensiero della Buonanotte”: ogni sera gli iscritti ricevono una mail dal Team di Prossemica del Riccio, che aiuta a ripulire il pensiero, ovvero a distendere le emozioni negative e a concludere la giornata con una riflessione positiva, distensiva, leggera, che aiuti a distogliere lo sguardo dalle notizie allarmanti raccolte durante il giorno e lasciar così spazio ad un sonno libero e rasserenato.

L’educazione, oggi, può esprimersi e offrire il proprio contributo anche in maniera innovativa e digitale: Prossemica del Riccio è l’esperimento attraverso cui comprendere che la cura delle persone può passare anche da una distanza, resa vicinanza dalla tecnologia.

Di Sabrina Terranova


***Contenuto inedito ebook "Covid-19: diario di una quarantena"***


Fonti

Approfondimenti